La precarietà esistenziale stanca

La precarietà esistenziale stanca.
Inizialmente sarai arrabbiato, sarai folle, lotterai con tutte le tue forze contro la precarietà, sacrificherai tempo, affetti, energie e esistenza all’altare di una progettualità che speri esistenziale.
Nel paese dove hanno già venduto anche l’aria non ancora generata dagli alberi sarà un cammino difficile, respirare con l’aria rarefatta non è facile, figuriamoci camminare.
La salita, la sete e la fame non appagate ti fiaccheranno e inizierai a dimenticare la precarietà e ad avere la necessità di un’esistenza, ti godrai piccole splendide oasi di esistenza che verranno prosciugate appena dopo un breve sospiro di sollievo.
Sarai sempre più precario e le oasi diverranno pian piano anch’esse sempre più rarefatte, entrerai in un circolo discendente.

Annunci

2 pensieri su “La precarietà esistenziale stanca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...