In sospensione

Quando trattieni il respiro per un attimo mentre guardi giù il mare prima di saltare;
quell’istante, che sembra duri un’eternità, appena prima che le tue labbra ne sfiorino altre.

E’ difficile spiegare quella piccola e meravigliosa magia della sospensione nella mazurka francese (chissà che le parole qui sopra…).
Ma-zur-ka un due tre,
ma-zur-ka un due tre
(sul ka si fa la sospensione).

Si perdoni la stucchevolezza, ma va così… la mazurka fa diventare tutti un po’ emo.

Per chi volesse lezioni da un maestro ben più autorevole ecco qua:
lezione 1lezione 2.

Ah, già  quest’anno partecipo all’organizzazione di ben due corsi di danze popolari per giovani uno a Mestre e uno a Venezia.
Prima o poi ci dedico un post alle danze pop(olari) provando ad analizzarle come strumento sociale, aggregativo e (why not?) politico.